Crea il tuo Sito Internet

March 26, 2016

Fabio Portesan

http://www.mondialcloud.net

Guida per creare il tuo Sito Internet

Website-under-construction-vector-material-04

 

La prima domanda che molti mi pongono quando scoprono che di Internet un po’ “me ne intendo” è:

“Ma senti, io, devo fare il sito / blog, ma non voglio spendere tanto, come faccio?”, alla quale rispondo con “O lo fai tu o assumi un freelance su Collaborando.net!”e la successiva “Ma tu, per caso, non hai tempo per farmene uno anche semplice?”

Chiariamo subito che un sito “semplice” (qualunque cosa possa significare) come uno “complicato” richiedono uno studio approfondito dell’attività o del prodotto al centro del sito in questione. Sono sicuro che non vuoi ad esempio pubblicizzare la tua Azienda nella maniera sbagliata solo perché vuoi spendere “poco”. Non bisogna essere delle aquile per capire che per i nostri standard l’abito è importante no?

Devi considerare il Sito Internet come un reparto della tua attività; se tutti i reparti sono belli e proprio quello che parla al tuo posto su Internet è peggio che mediocre l’Azienda verrà recepita proprio come peggio che mediocre. Quindi volente o nolente il sito è un investimento sulla tua immagine. Quindi non fare un sito BRUTTO.

“LA RISORSA PIU’ PREZIOSA DELLA TUA AZIENDA E’ L’IMMAGINE CHE NE HANNO I TUOI CLIENTI”, come amo ripetere e scrivere. Questa massima campeggia a chiare lettere anche sul mio sito www.mondialcloud.net (dove guardacaso ci occupiamo proprio di immagine…!)

Fare un sito mediocre è assolutamente controproducente. Se poi, oltre ad essere mediocre o peggio, è anche difficile da navigare o scadente a livello di contenuti, li si cade nel baratro. Una volta che l’immagine è andata farai una fatica esagerata per recuperarla.

C’è da dire però che, per quanto io possa chiedere ed informarmi non avrò mai le conoscenze acquisite in 20/30 anni di lavoro dal titolare dell’Azienda che necessita di un sito. Questo vuol dire che  il miglior conoscitore del tuo prodotto sei TU.

In questa breve guida ti spiego come fare un sito professionale spendendo “pochi” euro (leit motif della crisi.. a nessuno viene in mente che questo è proprio il momento di spendere in cose belle e funzionali dato che costa tutto così poco? Le cose belle e funzionali durano per molto più tempo di quelle brutte e difficili).

Ma se proprio sei intenzionato a fare tutto da solo… Cosa devi aspettarti da questa guida? Te lo dico subito. Imparerai a comprare un nome a dominio ed uno spazio web. Imparerai ad installare e le basi per modificare un sito internet. Non imparerai ad usare Photoshop, Dreamweaver o Fireworks, non imparerai ad ottimizzare il webmarketing del sito e non ti verranno spiegate altre amenità quali SEO, SEM, SMO ed SMM (ma se hai voglia di leggere e sperimentare il web è pieno di guide J).

Ripeto, ti fornirò semplicemente le basi per poter provare e riuscire.

Prima di cominciare l’avventura assicurati di avere a portata di mano carta di credito, partita Iva Azienda (se ce l’hai e vuoi scaricare 20 euro di Iva). Questo è tutto ciò che occorre per ora.

 

  1. Hosting

Se non hai necessità particolari scartiamo tutti i provider italiani (che costano tanto e offrono poco) per buttarci su quelli esteri. Personalmente mi trovo bene ed utilizzo Arvixe da tre anni. le necessità che dobbiamo soddisfare qui sono due; che il tuo spazio web disponga di Cpanel e che in Cpanel ci sia Softacolous. Quindi, dopo esserci informati circa la disponibilità di queste due caratteristiche (se non lo vedi tra le caratteristiche dello spazio chiedere via mail non costa nulla), andremo a comprare il famoso nome a dominio, http://www.iltuonome.it/. Effettua la ricerca del nome che vuoi dare al tuo sito dalla home page del provider scelto e poi compralo. Non spendere più di 10 Euro, altrimenti cambia provider.

Normalmente all’atto dell’acquisto ti verrà proposto anche lo spazio web (che è il luogo fisico sul server dove verrà creato il tuo sito). Anche qui scegli ciò che fa al caso tuo, senza esagerare. Un buon spazio web ha queste principali caratteritiche:  “Spazio di archiviazione infinito” “Bandwith infinita” “Caselle email infinite”. Il resto per un utente normale è di contorno. Non spendere più di 60/70 Euro anno.

Segui le procedure di iscrizione, compra, paga ed oplà, in un paio di ore il tuo spazio web sarà a disposizione e potrai cominciare a creare il tuo sito. Non senti l’adrenalina?

Tornando alle due caratteristiche di cui parlavamo prima, cos’è Cpanel?

Cpanel è nientepopodimeno che, tadaàaaa, il Pannello di controllo dello spazio web. Analizzando questo Cpanel (dato che è un software proprio della Cpanel  è uguale per tutti i provider che ne sono provvisti) vedremo che:

A sinistra avremo tutte le informazioni concernenti lo spazio web come ad esempio Dominio Principale, Directory, ultimo login, spazio disco usato, file usati, etc,… beh, fai finta di nulla che a te non interessano.

A destra invece ci saranno i seguenti menu: Files, Domains, Software, Advanced, Softacolous App Installer, Databases, Email, Metrics, Security e Preferences (alcuni pannelli hanno più funzioni abilitate, dipende sempre dal provider utilizzato).

A te interessa, rullo di tamburo, Softacolous. E quindi passiamo alla fase due di “Missione Website”.

 

  1. Softacolous App installer

Cliccare dal pannello Software su Softacolous ti proietterà in un mondo multicolore di circa un migliaio di installazioni di script in PHP, JavaScripts, PERL, etc. Vediamo cos’è successo.

A sinistra hai a disposizione un menu da cui poter scegliere che tipo di installazione effettuare. Ed a questo punto dovrai chiederti che tipologia di sito hai bisogno. Mettiamo il caso più semplice decidendo che ti serve un sito di presentazioni serio e con pochi fronzoli in cui il protagonista principale sia la tua conoscenza del mestiere.

Clicca quindi su Blogs e poi su WordPress, questo sarà il software che userai per creare un bel sito internet visto che ha un corredo invidiabile di temi e plugin che utilizzerai più avanti.

 

  1. Installare WordPress sul sito

Una volta selezionato WordPress dal menu di sinistra si aprirà il menu delle opzioni nella finestra principale. Se vuoi farti una cultura leggi pure overview e altro, se vuoi procedere subito con l’installazione clicca su “Install” (ma và!)

Eccoci qui! Sembra passato poco da quando non sapevi nulla di Siti Web ed ora eccoti intento ad installare WordPress (se comincia a sbavare va bene, è normale). Bene. Ora analizzeremo le scelte proposte e ti guiderò fino al completamento di questa operazione.

SOFTWARE SETUP

Choose protocol: mantieni la scelta su http://

Choose domain: dato che nel tuo caso hai appena comprato un dominio lo vedrai già selezionato, altrimenti apri il menu a tendina e selezionalo.

In directory: Installa WordPress nella directory principale, quindi lascia in bianco questo spazio (se c’è una proposta di directory cancellala).

SITE SETTINGS

Site name: Scrivi il nome che vuoi dare al tuo sito (nel 99% dei casi il nome della tua attività).

Site Description: Personalmente non lo metto mai ma se vuoi qui puoi inserire il sottotitolo.

Enable multisite(WPMU): non selezionarla

ADMIN ACCOUNT

Admin username: inserisci lo username dell’amministratore (anche admin va bene)

Admin password: questa la devo spiegare?

Admin email: metti una email valida, meglio se personale o creata ad hoc per il sito (cosa che puoi fare da Cpanel alla voce Email)

Choose Language: Italiano? Swahili? Vedi tu

Select Plugins: deseleziona

Ora, Importante, clicca su ADVANCED OPTIONS, tralascia tutta la parte e clicca su Automated backups, seleziona once a week, e poi immediatamente sotto, in backup rotations seleziona 1. Questo procedimento ti permetterà di salvare automaticamente il tuo sito settimanalmente a scanso di problemi. E’ un’opzione MOLTO IMPORTANTE.

Select Theme

Scegli il tema che più ti piace (ce ne sono migliaia, ma prima di diventare una scimmia guardane due o tre e scegline uno SEMPLICE, PULITO ED ORDINATO).

PRIMA di cliccare Install inserisci una mail per poter ricevere i dettagli dell’installazione (assicurati poi di non perderla).

ORA clicca Install. Vedrai una barra di progressione. Una volta al 100% vedrai il messaggio dell’avvenuta installazione e due link. Il primo è l’indirizzo del tuo sito (la parte che vedrà il pubblico), il secondo è il link per il login dell’amministratore. Clicca sul secondo, inserisci username e password (che hai appena scelto e quindi DEVI sapere, altrimenti controlla la mail…) nella maschera che si aprirà et voilà, ecco il pannello di amministrazione del tuo nuovo sito in WordPress.

 

  1. Ho installato WORDPRESS.. E ADESSO?

Ora cominci a smanettare un po’ sul sito. Worpress può creare pagine statiche ed Articoli. Noi elimineremo gli articoli ed utilizzeremo solo la parte delle pagine statiche. Ne faremo una esempio e ti spiegherò le funzioni principali.

Entrando noterai subito che per iniziare i furbissimi di Worpress hanno creato una preziosissima intro ai passi principali per personalizzare la tua esperienza. Ma prima una sguardo al menu di sinistra.

Bacheca: riassunto di tutto ciò che devi tenere d’occhio

Articoli: se non sei Mentana e non hai intenzione di usare WordPress come template per il blog allora questa voce non ti interessa

Media: qui potrai caricare materiale multimediale (foto e video principalmente) da tenere a portata di mano per essere inseriti nelle pagine che creerai.

Pagine: menu delle pagine, tutte le pagine o Aggiungi nuova che, indovina a cosa serve?

Aspetto: Potrai personalizzare o cambiare il tema scelto

Plugin: qui potrai attivare, cercare od installare nuovi plugin per il tuo sito. Ma che cos’è un plugin? In estrema, estremissima sintesi è una piccola applicazione aggiuntiva di vario genere (ad es. calendario, seo, orologio, e milioni di altre cose)

Utenti: a meno che tu non voglia un blog al momento non ti servirà

Strumenti: momentaneamente da non prendere in considerazione.

Impostazioni: in questo menu potrai cambiare varie opzioni basiche del sito, Nome, motto, indirizzo, e tantissime altre cose.

Analizziamo ora l’introduzione gentilmente preparata proprio per te. Cliccando su “Personalizza il tuo Sito” sarai magicamente trasportato alla scelta di colori, immagini, e altri aspetti grafici del tema (ogni tema ha la sua personalizzazione, quindi ti tocca smanettare un po’ per cercare o creare il setup che fa per te).

Tornando alla intro e su “Passi Successivi” clicca su “Aggiungi una pagina Info”.

Vedrai aprirsi una nuova meravigliosa pagina con strumenti atti alla scrittura… Oddio, ma devo scrivere io? Si devi scrivere tu, chi meglio di te conosce il tuo mestiere? Quindi mettiti il cuore in pace e fai del tuo meglio.

Inserisci il titolo immediatamente sotto “Aggiungi nuova Pagina”

Aggiungi media, se vuoi inserire un’immagine od un video e poi scrivi, scrivi e scrivi!

Una volta finito basterà cliccare su Pubblica! Et Voilà!

Voglio farti notare che molti nuovi temi sono strutturati come pagina unica, quindi modificabili dal menu personalizza.

Adesso che sei passato da utonto ad utente ricordati che questa guida è stata creata unicamente con l’intento di darti semplicemente le basi per poter cominciare a creare un sito da solo. Per ottimizzarlo, pubblicizzarlo e più in generale creare indotto è sempre meglio affidarsi ad un professionista.

Se hai una disponibilità economica momentaneamente limitata puoi affidarti a professionisti freelance sul sito www.collaborando.net.

Concludo qui questa breve guida. Se hai bisogno di consigli, vuoi commentare o hai bisogno di consulenza scrivimi a info@mondialcloud.net . Sarò felice di risponderti.

Voglio terminare con una bellissima massima;

L’Economia dell’attenzione non sta crescendo. E questo significa che dobbiamo catturare l’attenzione che oggi ha già qualcun altro.

 

Fabio S. Portesan

http://www.mondialcloud.net

http://www.mondialcloud.net/2016/03/24/guida-per-creare-il-tuo-sito-internet-8/